In questo Salone del Mobile 2015, abbiamo avuto il piacere di presentare l’esibizione “China meets Italy”, che abbiamo progettato assieme all’amico e talentuoso architetto Paolo Balzanelli di Arkispazio.
Una raffinata struttura di metallo rosso e bambù, concepita sul concetto geometrico di piazza italiana, ha ospitato una selezione di Aziende cinesi del settore dell’illuminazione, che hanno portato al Fuorisalone il meglio della propria produzione.
Oltre al valore del progetto, incastonato nello splendido Circolo Filologico nel cuore di Milano, il significato di quest’esperienza è stato quello di assistere a due mondi che si avvicinano e compenetrano: ambizioni, trascorsi, tessuti industriali, culture manageriali e poi ancora tradizioni, modi di porsi completamente diversi ed a volte sorprendentemente simili, tutto questo ha reso il progetto di quest’esclusiva esibizione del design della luce cinese, un’esperienza di grande interesse.
Il nostro studio frequenta la Cina da anni e la galassia di situazioni ed opportunità che ogni volta ci si para davanti non smette di stupirci, però collaborare con il ‘LIDC – Lighting Innovation Design Center’ di Guzhen, promotore dell’iniziativa è stato intenso, appagante e formativo.
Etichettare il design cinese con i parametri occidentali sarebbe miope e sterile: il design cinese è un fenomeno da studiare, non un risultato da giudicare.
E noi, qui in Valerio Cometti+V12 Design, siamo orgogliosi di questo nostro osservatorio privilegiato…

china meets italy v12design cometti

Leave a Reply