Cliente: Leucos

Anno: 2013

Due forme diverse per due proiezioni luminose altrettanto differenti: al corpo cilindrico di “LIBO” si associa un’emissione a due fasci opposti a 180°. Il progettista può marcare lo spazio con il ritmo di questa direttrice luminosa verticale od orizzontale. Alla forma trilobata di “GHIBLI” si associa un’emissione a 120°,
riconoscibile e personale, con la quale il progettista può scandire la superficie della facciata e rendere unico lo spazio che ha creato.
L’apparenza minimale nasconde l’eleganza delle soluzioni tecniche: il corpo interamente in alluminio funge da dissipatore termico per i LED e la tenuta all’acqua fino al livello IP65 garantisce un corretto impiego all’esterno.

Attività svolte

  • concept development
  • product design